K-Y Jelly e una mamma soddisfatta ma distratta.

 

Sicuramente l’argomeno non è dei più semplici in quanto c’è un alto rischio di cadere nel cattivo gusto, ma l’agenzia Borghierh/Lowe di San Paolo è riuscita a creare uno spot davvero simpatico.

Per pubblicizzare il lubrficante intimo di K-Y Jelly, un prodotto Johnson & Johnson, ha messo su una simpatia situazione familiare.

Vediamo infatti una mamma che immersa nei pensieri della piacevole notte precedente, si distrae e nel preparare la merenda al figlio sbaglia qualcosa…

 

Fonte

 

Erection Packaging per Clavin

inside-look-on-clavins-new-packaging-11

Quando ho visto questo geniale packaging sono rimasta supefatta di quanto una idea così semplice potesse essere assolutamente originale e creativa. E’ questo un blister di Clavin, un farmaco per la disfunzione erettile ed è ovvio che non siano necessarie ulteriori spiegazioni.

Inoltre questo packaging, creato dell’agenzia Ogilvy & Mather di Praga, è stato premiato ed ha vinto un Gold Award agli ultimi Clio Awars. Come potete vedere nel mio post di qualche settimana fa riguardo i packaging, a volte le idee più semplici sono quelle più efficaci.

 

 

Fonte

 

 

 

Dove stupisce con l’arrivo della cicogna

 

Quale modo migliore per promuovere un prodotto adatto ai bambini? ebbene si, Dove ha pensato proprio ad una cicogna, ma non una vera bensì un drone che ha volato sopra i cieli del Brasile per donare la nuova crema Dove a mamme e piccoli. Dopo gli spot emozionanti dei giorni scorsi vi propongo questo esempio di ambient marketing davvero carino.

 

Fonte

 

Se trovaste birre parlanti al supermercato?

Cosa pensereste se, mentre fate spesa, sentiste una voce provenire dal banco frigo? sicuramente pensereste di essere pazzi.. ma in questo caso avreste torto.

E’ la nuova idea di la nota marca d birre Shock Top, la quale ha deciso di disturbare ponteziali clienti al supermercato con delle confeioni di birra parlanti… la prima reazione è quella dello stupore ma poi la situazione si fa divertente..! Guardate e divertitevi!

 

 

 

 

Packaging dal sorriso smagliante.

Chewing-gums per denti più bianchi e forti? allora perchè non presentarli come se lo fossero davvero  ? E’ la nuova idea di Hani Douaji per le confezioni di chewing-gum Trident Xtra Care. Ogni confezione è caratterizzata da una illustrazione singolare: … Continua a leggere

Arrotola e illumina!

Una idea a dir poco geniale quella avuta da  l’agenzia Quorum/Nazca Saatchi & Saatchi di Lima.

Questa è riuscita a promuovere le torce Fenix in maniera davvero poco convenzionale, poichè sono riusciti addirittura a trasformare il media nel prodotto da pubblicizzare.

La rivista di cui vi sto parlando è infatti dotata di due minuscole batterie e un led che entrano in funzione quando il magazine viene arrotolato.

 

 

 

 

Fonte

 

 

 

 

 

Sfoglia e … Clicca Mi Piace!

Poter cliccare mi piace da una rivista? Avete capito bene. E questa  l’idea di C&A una nota catena di negozi Brasiliani, la quale ha inviato copie personalizzate a tutti gli utenti registrati sulla loro pagina Facebook e grazie al quale hanno potuto scegliere il loro outfit preferito tra quelli proposti nell’annuncio pubblicitario.

L’iniziativa è stata concretizzata grazie alla collaborazione tra Tim e Microsoft i quali hanno dotato la rivista di schede elettroniche ad hoc per consentire a i lettori della rivista di poter cliccare “mi Piace” all’Outfit più gradito.

 

ca-ca-like-ad-direct-marketing-print-online-364030-adeevee

 

Fonte

L’importanza di sapersi vendere

Sapersi vendere è al mondo d’oggi estremamente importante. In tutti gli ambiti della vita, valorizzarsi e puntare sulle proprie qualità cercando di smussare e nascondere i difetti potrebbe capovolgere totalmemte situazioni difficili.

Questo divertente spot realizzato da Think Box mostra infatti proprio ciò che vi dicevo prima.

In fin dei conti le stesse pubblicità dalle quali veniamo circondati quotidianamente cercano proprio di convincere potenziali acquirenti a scegliere proprio ciò che pubblicizzano, ovviamente valorizzando le qualità del prodotto. E allora perchè non farlo con noi stessi?